Scauri e dintorni

"Casa Fusco" è situata in una zona strategica, non lontana dal centro cittadino, ma allo stesso tempo molto tranquilla e vicina a tutte le attrattive ed i servizi che Scauri e le zone limitrofe possono offrirvi.
Il nostro territorio ricco di storia e cultura, con eccellenti valori paesaggistici ed intriganti spunti gastronomici... potrà soddisfare ogni tua esigenza!
Ecco alcuni suggerimenti per il vostro soggiorno a Scauri...

Scauri

Negli oltre 4 km di litorale racchiusi tra il Monte d’Oro e il Monte d’Argento molteplici stabilimenti balnerari e numerose spiagge libere sono a vostra disposizione per le vacanze estive, con una "movida" serale che si arricchisce sempre più di spettacoli e iniziative. In Primavera ed Autunno l'ampio lungomare diventa invece luogo ideale per lunghe e rilassanti passeggiate in riva al mare. Lungo il percorso sono localizzate anche aree attrezzate con giochi per bambini. Nella Baia di Monte d’Oro, in un'area chiusa al traffico, è possibile godersi il panorama del litorale dalla punta della scogliera che si estende nelle acque della baia.
La bellissima Spiaggia dei Sassolini è stata scelta come location per alcuni film, tra cui Per grazia ricevuta (con il famoso attore Nino Manfredi, che proprio in questa stupenda caletta insediò la sua residenza estiva) e la "fiction" Il Conte di Montecristo con G. Depardieu e Ornella Muti.
Il Parco Regionale di Gianola e Monte di Scauri si raggiunge facilmente dal Lungomare di Scauri o dalla Via Appia. Dal Monte d'Oro si può accedere all'area protetta percorrendo il sentiero "Malopasso", con un percorso, tra mare, macchia mediterranea e Pini d’Aleppo, che richiede fino a 3 ore tra andata e ritorno e che offre paesaggi sorprendenti e occasioni per ammirare la flora e la fauna avicola tipica del litorale.

Isole Pontine

Le isole Pontine sono un piccolo arcipelago tra i più affascinanti del Mediterraneo, raggiungibile dal porto turistico di Formia, a circa 10 km da “Casa Fusco”, che collega la terraferma con le due isole principali, Ponza e Ventotene. A Ponza, uno spettacolo unico si mostra al visitatore sin dall'arrivo, quando la miriade di case rosate e bianche che in semicerchio circonda il porto di origine borbonica ed il profilo dell’isola offrono visioni uniche. I fondali sono di una varietà e di una bellezza straordinarie, mentre solo una gita in barca intorno l’isola permette di apprezzare pienamente lo stupefacente alternarsi di cavità, grotte, scogli, calette, baie, dagli incroci cromatici suggestivi.Ventotene, a metà della rotta che unisce Ponza ad Ischia, è la più piccola isola abitata delle Pontine. Tranquilla, avvolta da un mare cristallino offre al visitatore una vacanza a stretto contatto con la natura, lontana dal caos e dai rumori cittadini. Le sue staordinarie morfologie, profumi della macchia mediterranea, gli intensi colori uniti alla calorosa ospitalità dei suoi abitanti regalano un soggiorno irripetibile a chi cerca un'isola lontana dagli stereotipi delle vacanze di mare.

Minturnae

A circa 5 Km da "Casa Fusco" è possibile visitare il Comprensorio Archeologico di Minturnae, che racchiude gran parte dei resti della città-porto. Spicca il maestoso Teatro Romano, costruito verso il I sec. d.C., che accoglieva oltre 4 mila spettatori. Ogni estate l’antica struttura ospita un'interessante Stagione di spettacoli, con rappresentazioni di teatro classico, contemporaneo e spettacoli musicali. All'interno dell’area sono visibili un tratto originale della via Appia (Decumanus Maximus), costruito in blocchi di lava basaltica; i resti del Foro Repubblicano (II sec. a.C.), del Capitolium (dedicato a Giove, Giunone e Minerva), del Foro Imperiale, del Macellum (mercato), delle Tabernae, del complesso termale (II sec. d.C.). Negli spazi sottostanti alla càvea del Teatro è situato il Museo Archeologico, che accoglie statue, sculture, ex voto, epigrafi, monete (ripescate nel vicino fiume) e numerosi reperti, rinvenuti per lo più nel secolo scorso a Minturnae, nel centro urbano di Scauri e nella zona di Castelforte. Adiacente al Comprensorio Archeologico è possibile visitare il Ponte Real Ferdinando, realizzato con tiraggi a catene di ferro. Il primo di tale tipologia realizzato in Europa e commissionato dai Borbone, fu progettato dall'ingegnere Luigi Giura ed inaugurato nel 1832 dal Re Ferdinando II.

Minturno

Posta su un colle dominante le frazioni marinare di Scauri, l’antica Pyrae, e Marina di Minturno, la città ha origini antichissime, aurunche e romane. Minturno è terra legata alle tradizioni ed alla storia; ne sono testimonianza il centro medievale, il castello baronale, le chiese Collegiata di S.Pietro, della Santissima Annunziata e di S.Francesco, e l’usanza, non ancora del tutto abbandonata dalle donne più anziane di indossare il costume storico della "pacchiana". A Minturno, ogni anno, si rinnova nella Sagra delle Regne, una tradizione antica, nella quale il grano, raccolto e battuto nella piazza dai “vigilatori”, viene offerto perché se ne faccia pane per i poveri. La festa è rallegrata da canti, balli e gruppi folkloristici.

Gaeta

A circa 15 km da Scauri è possibile visitare la bellissima città di Gaeta. In età romana Gaeta fu un rinomato luogo di villeggiatura di vari imperatori e, come nota Cicerone, un porto di notevole importanza. Numerosi gli edifici religiosi di valore artistico e culturale che è possibile ammirare, partendo dalla Cattedrale di S.Erasmo, ricca di tele ed opere seicentesche, ed il campanile normanno, le chiese della SS.ma Annunziata con l’adiacente Grotta d’oro, di S.Giovanni a mare, della Sorresca, di S.Domenico. Incantevole la Cattedrale gotica di San Francesco, restaurata da poco, dalla quale è possibile ammirare tutto il Golfo di Gaeta. Da visitare anche il Santuario della SS.ma Trinità posto sul Monte Orlando, area protetta all’interno del Parco Regionale della Riviera di Ulisse, a picco sul mare. Nell’area del Santuario, da non perdere la Grotta del Turco e la fenditura nella roccia, detta Montagna Spaccata, entrambi legati alla religiosità cristiana. Accanto a questi simboli, numerosi siti storico-culturali, come il Mausoleo di L.Munazio Planco e il Museo Diocesano sempre situati nel Parco Regionale. Nel centro storico di Gaeta è possibile visitare il Museo Archeologico e la Pinacoteca del Centro Storico “Gaeta”. Oggi Gaeta è una città viva in quasi tutti i periodi dell’anno, ma in estate raggiunge il massimo dello splendore per l’offerta completa di iniziative ed eventi che allietano le serate gaetane.

Formia

La storia di Formia è una delle più antiche tra le città del sud pontino. Il suo nome deriva dal greco "hormiai" che vuol dire "approdo", e, secondo la leggenda, fu infatti approdo delle navi di Ulisse. Già in epoca romana Formia era una località turistica molto apprezzata, come testimonia la presenza dei resti di numerose ville. Sulla via Appia sorge un sepolcro, detto "Tomba di Cicerone", che per le dimensioni e la vicinanza al sito dove sorgeva la sua antica villa, parrebbe essere proprio il monumento funerario del grande oratore Romano. Centro commerciale di grande interesse sviluppatosi nel secondo dopoguerra, Formia ha intrapreso negli ultimi anni un concreto cammino di recupero e rivalutazione dei beni archeologici locali (come nel caso dei restauri della Torre di Mola, un residuo del castello medievale, e delle arcate superstiti dell'acquedotto romano), al contempo investendo sulle infrastrutture turistiche (di grande interesse il progetto in corso di realizzazione del nuovo Porto Turistico).

Suio Terme

A meno di 20 KM da Scauri, le Terme di Suio sono adagiate in un’ansa del Garigliano, ai piedi dei Monti Aurunci. Le proprietà delle acque termali di Suio, uniche al mondo per la grande varietà delle diverse sorgenti, erano già conosciute dagli antichi Romani, che vi costruirono impianti termali, come si può vedere dai resti della cosiddetta "vasca di Nerone”, un calidarium e parte di un mosaico. Duramente colpita durante la Seconda Guerra Mondiale, la zona ha ritrovato solo alla fine degli anni Cinquanta la sua vocazione di centro termale, con la costruzione di numerosi stabilimenti che sfruttano i grandi quantitativi d’acqua sulfurea che sgorgano dal sottosuolo.

end fAQ